I Gruppi di lavoro

Come lavoriamo

Il cardine della nostra associazione

I gruppi di lavoro sono un apparato organizzativo molto importante per l’Associazione “M.I.L.L.E_Professioni Educative”, che persegue i propri obiettivi attraverso la partecipazione attiva dei propri soci in base alle diverse aree di interesse. Ciascun gruppo ha finalità specifiche (temi riferiti al futuro della professione educativa, temi di carattere politico e sindacale, prevenzione del Burnout, organizzazione di eventi formativi, ecc..) ed elegge un referente interno che lo rappresenta e che riferisce periodicamente al Consiglio di Presidenza Nazionale.

Ogni gruppo deve essere composto da almeno 3 soci ordinari regolarmente iscritti. Ai fini del buon funzionamento dei gruppi di lavoro è importante che la preferenza alla partecipazione nei gruppi sia volontaria secondo le preferenze individuali, ma è necessario dare il proprio contributo evitando quindi la totale inattività. 

Iscriviti alla Newsletter

Le nostre iniziative

Se sei già socio e vuoi partecipare ai gruppi di lavoro, scegli nella pagina "come lavoriamo" il gruppo in cui pensi di voler dare il tuo contributo più significativo e invia una e-mail a soci@associazionemille.it per candidarti

Gruppo Albo

Il GRUPPO ALBO Mantiene l’attenzione sull’evoluzione stessa dell’Albo degli Educatori Professionali, degli elenchi speciali annessi al suddetto Albo ed agli sviluppi degli aspetti a loro connessi. Monitora la situazione normativa, anche in relazione dell’apertura delle iscrizioni agli elenchi speciali ed alle future equivalenze. Si occupa di tastare il polso della situazione mediante dei sondaggi, la valutazione dei loro esiti e della diffusione dei risultati tramite i social e interventi radiofonici o riviste.

Si occupa di fornire informazioni in merito alle tematiche inerenti per coloro che ancora non hanno chiaro cosa fare (iscrizioni albo, iscrizioni elenchi speciali, comma 517 e sua applicazione). Intercetta e segnala informazioni parziali o errate che si trovano nei vari gruppi social. Si attiva sul territorio con proposte che possano ripianare le situazioni più complicate promuovendo una corretta informazione e creando una rete di interventi mirati a promuovere il profilo unico e la compresenza di formazioni differenti nei vari ambiti d’intervento.

Gruppo Formazione

Scopo del GRUPPO FORMAZIONE è creare un’offerta formativa che risponde ai bisogni reali degli educatori professionali. In questi anni abbiamo assistito ad un proliferare di corsi di formazione, poco rispondenti ai bisogni degli educatori e con un taglio fortemente “sanitarizzato”. Senza nulla togliere all’importanza delle conoscenze in ambito sanitario (anche perché molti educatori lavorano in ambito socio-sanitario e sanitario), è emersa l’esigenza di riappropriarci di una formazione pedagogica, che nel corso degli anni è stata “marginalizzata”. Il gruppo si occupa di ridare valore alla formazione, partendo dalla raccolta del fabbisogno formativo che proviene dallo scambio e dall’ esperienza degli stessi operatori per sostenerli nel loro sapere, saper essere e saper fare.sempre in ambito di formazione ci si occupa anche di individuare agenzie che si occupano di attivare corsi di formazione e ricercare provider e fornitori interni ed esterni.

GRUPPO COMUNICAZIONE e STAMPA

Il GRUPPO COMUNICAZIONE E STAMPA si assume il ruolo dell’immagine rappresentativa dell’Associazione – M.I.L.L.E. Professioni Educative – e quello divulgativo delle sue molteplici comunicazioni ed iniziative, per far conoscere questa realtà virtuosa a tutti i professionisti del mondo educativo, promuovendo la sua visione inclusiva e unitaria. Si propone di essere supporto e “cassa di risonanza” per tutti i gruppi di lavoro interni all’Associazione e promotore di iniziative di diverso genere, con l’intento di coinvolgere tutti i membri, perché si sentano partecipi e protagonisti attivi della vita associativa. Vuole essere il volto creativo che favorisce la divulgazione all’esterno, su scala nazionale, delle proprie iniziative avvalendosi di ogni mezzo a disposizione e attivando forme comunicative molto diversificate sui Social più conosciuti; FB (con i gruppi: M.I.L.L.E. -Agorà Professioni Educative e M.I.L.L.E. -InFormAzione), YouTube, Instagram e Twitter, sul Sito Web dell’Associazione e utilizzando diversi Canali Radio e Stampa. Intende utilizzare diverse tipologie e canali di comunicazione per essere vicino a tutti considerando differenti fasce di età e stili di vita, curando i contenuti di cultura professionale e le proposte formative, valutando progetti editoriali, tessendo una rete di soggetti che possano contribuire alla divulgazione delle iniziative ed alla diffusione delle proposte di cui l’Associazione si farà promotrice.

Il lavoro svolto dal GRUPPO COMUNICAZIONE E STAMPA consiste nel gestire l’accoglienza, l’informazione e la comunicazione tra i professionisti che entrano in contatto con l’associazione sui differenti social a disposizione, in particolare nell’Agorà che, insieme al Sito, rappresentano la colonna portante dell’Associazione. I partecipanti suddivisi in gruppi più piccoli si occupano:

PER FB ED I SOCIAL; dell’approvazione, del benvenuto e della presentazione della nostra realtà ai nuovi membri e della vigilanza sul rispetto delle regole da parte di tutti i partecipanti.

-della gestione degli hashtag # nei vari post per favorire il reperimento delle informazioni e dei progetti condivisi e di proporre sempre tematiche stimolanti e diversificate che interessino i professionisti.

-della creazione di post maggiormente visibili per comunicazioni importanti ed urgenti o della gestione di sondaggi (utilizzando un formato immagine come post fisso in alto oppure come copertina dei gruppi).

-della divulgazione e promozione di eventi ed iniziative attraverso svariati canali inclusi gruppi FB rivolti agli educatori ed al mondo pedagogico.

-della promozione di idee, volti e manifestazioni creative come video, immagini, foto, slogan per una trasmissione d’ impatto delle iniziative e della mission dell’Associazione e dei suoi soci tutti.

PER Il SITO; della presentazione della nostra realtà, del lavoro svolto dai differenti gruppi, della gestione e promozione delle iniziative che l’Associazione intraprende.

-della diffusione ed aggiornamento delle FAQ (risposte alle domande più frequenti dei professionisti), del materiale informativo e divulgativo delle attività associative.

-della divulgazione e dell’aggiornamento di articoli e interviste alle diversificate realtà che riguardano il mondo educativo e pedagogico.

PER RADIO, STAMPA ED EDITORIA

-della ricerca e creazione di una rete multiforme di sostegno per l’ideologia dell’Associazione per la promozione sui vari canali delle informazioni, delle iniziative e del mantenimento delle realtà già di supporto per raggiungere e toccare tutti gli aspetti che riguardano la professione educativa e pedagogica.

icon5

Compresenza e accreditamenti

Il GRUPPO ACCREDITAMENTI si propone come obiettivi quelli di:

-Agire sugli accreditamenti per garantire il corretto rapporto personale utenza nei servizi e la compresenza di entrambi i profili di educatore professionale in tutti i Servizi (Sociali, Socio-Sanitari, Sanitari)

– Monitorare le DGR Regionali

– Agire sugli appalti per garantire la continuità educativa la qualità degli stessi servizi.

Il gruppo si spende per migliorare gli accreditamenti che garantiscano la compresenza in tutte le Regioni e gli standards di qualità partendo dal lavoro che si sta promuovendo in Lombardia, alla luce delle leggi attuali e a promuovere la compresenza di tutti gli educatori (SNT2, REGIONALI equipollenti, SDE, Riqualificati 60 cfu) in tutti i Servizi. Inoltre intende promuovere il modello Lombardo e Piemontese augurandosi che possano fare da “faro” per le altre Regioni, che, a cascata, potrebbero seguirne l’esempio, così da arrivare ad un Piano di accreditamenti e di standards unitario in tutta Italia. Se per ora si sta portando avanti è solo il progetto relativo alla Lombardia, si auspica che ci si impegni in sottogruppi di lavoro per le altre Regioni.

Il GRUPPO SOCIOPEDAGOGICO è stato unito a quello degli accreditamenti perché intende ragionare sulla natura del titolo di educatori professionali formati nelle scuole regionali e cercare di dipanare il groviglio normativo che si presta a troppe interpretazioni spesso in contraddizione tra di loro. La questione è: il titolo (ricordiamo equipollente a SNT2 e che pertanto qualifica come educatori socio sanitari) è attualmente spendibile, così come è sempre stato in passato, in ambito socio pedagogico? Se vogliamo allargare la prospettiva potremmo chiederci se gli educatori socio sanitari ed equipollenti siano abilitati ad operare nell’ambito socio pedagogico in base alle normative vigenti. Durante questi mesi abbiamo fatto nostra l’interpretazione secondo la quale il nostro titolo sarebbe abilitante all’ambito socio pedagogico in quanto non sarebbe superato il decreto 520 che definisce la figura dell’educatore professionale ed i suoi ambiti di intervento (art 1 comma 4 dm 520 /98: “L’educatore professionale svolge la sua attivita’ professionale, nell’ambito delle proprie competenze, in strutture e servizi sociosanitari e socioeducativi… “).

Sottolineiamo che il nostro gruppo ritiene che la legge 205 non sarebbe da intendere come una norma che separa le due figure bensì come una legge che dà, per la prima volta, riconoscimento giuridico al laureato in scienze dell’educazione. La stessa legge richiama il decreto 520 e affermando che non viene superato (comma 596 legge 205/2017) riconoscerebbe tale abilitazione. Tutto questo nella teoria perché in pratica viene spesso interpretata in maniera contraria e non favorevole.

GRUPPO Questioni sindacali

il GRUPPO QUESTIONI SINDACALI non accoglie istanze sindacali, sebbene possa limitarsi ad essere utile strumento di contatto con dei professionisti del settore; si occupa, invece, di interfacciarsi con le istituzioni, con i sindacati e le confederazioni di categoria del privato sociale, con la finalità di restituire dignità formativa, lavorativa strutturale alla professione. Mantiene una linea a-politica, non precludendo la collaborazione con qualunque sigla sindacale, purché sia utile al perseguimento della finalità e agli obiettivi del gruppo e in linea con lo statuto dell’associazione.

Intende promuovere la cultura sindacale nella professione facendo informazione tra gli educatori sui loro contratti e sui loro diritti e doveri. Si propone per mettere in contatto gli educatori con gli opportuni referenti sindacali in caso di problemi e dare visibilità mediatica alle situazioni critiche. Inoltre si prefigge di definire da un punto di vista normativo il ruolo e le competenze dell’educatore professionale. Si propone di intervenire sulla scarsità di garanzie lavorative: notti passive, part-time verticale, Riconoscimento (a seguito delle ultime dichiarazioni dell’O.M.S.) del Burn-Out come malattia professionale e quindi inquadrata nei giusti criteri di prevenzione, protezione e cura secondo i dettami della L. 81/08 (salute e sicurezza sui luoghi di lavoro);Riconoscimento della professione come lavoro usurante, sia riguardo i fini pensionistici, sia riguardo la possibilità di concedere periodi di riposo contrattuali per prevenire l’usura psicologica ed il rischio di Burn-Out ed Equiparazione degli standard salariali a quelli di altre professioni.

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Iscriviti alla nostra Newsletter

Modulo di iscrizione

Prima di compilare il form è necessario completare il pagamento della quota associativa di 50€ tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate:

Intestato a: M.I.L.L.E. Professioni Educative
IBAN: IT53T0326801011052479058950
Importo: 50€

Completato il pagamento allegare la ricevuta e compilare il form.